ANDROLOGIA



L’andrologia è una branca medica relativamente giovane, che ha per obiettivo la tutela della salute riproduttiva e sessuale dell’uomo. In questo si pone come la necessaria alternativa al maschile di quello che da sempre è la ginecologia per la donna. L’andrologia non è ancora una specializzazione accademica ufficiale, ma piuttosto il campo di interesse superspecialistico di alcuni urologi o endocrinologi che si dedicano in particolare allo studio dell’apparato genitale maschile, delle sue patologie, della prevenzione e cura.

Innanzitutto l’approccio all’infertilità di coppia, per quanto attiene alla componente maschile, anche avvalendosi del servizio di Seminologia attivo, nonchè all’informazione maschile in ambito di contraccezione e paternità responsabile.

In secondo luogo la diagnosi e cura delle disfunzioni sessuali maschili, tra le quali la disfunzione erettile e l’eiaculazione precoce sono quelle che raccolgono il maggior numero di richieste di aiuto. Nell’approccio a queste disfunzioni è considerato molto importante l’aspetto del “counseling”, ovvero dell’ascolto, del dialogo informativo e chiarificatore, della rilevanza data agli aspetti emozionali di questi disturbi.

L’interesse per le patologie prostatiche ha esteso la gamma di età degli utenti del servizio di Andrologia anche a quelle più avanzate, che peraltro mantengono interesse per la sessualità per tutto l’arco della vita. I giovani invece possono trovare nell’andrologo il referente per la verifica del corretto sviluppo dell’apparato genitale, per il confronto sulle tematiche dell’adeguatezza e delle prime esperienze sessuali, per la prevenzione di patologie potenzialmente lesive della futura fertilità e vita sessuale.


PATOLOGIE



L’Andrologia è deputata alla diagnosi piuttosto che alla cura di malattie, quali:

Balanite (infiammazione della parte terminale del pene)
Epispadia (malformazione in cui manca la faccia superiore dell'uretra)
Disfunzioni dell’epididimo (si trova dietro i testicoli)
Eiaculazione precoce (la difficoltà o incapacità da parte dell'uomo nell'esercitare)
Idrocele (un accumulo di liquido all'interno dello scroto)
Ipospadia ( sviluppo anomalo degli organi genitali esterni)
Deficit erettile
Infertilità
Orchite (infiammazione di uno od entrambi i testicoli)
Cancro al pene, alla prostata o ai testicoli
Frattura del pene
Curvature del pene
Fimosi (restringimento del prepuzio che impedisce all'uomo di scoprire il glande)
Prostatite
Spermatocele (ciste benigna accanto al testicolo)
Vescicocele (ernia della vescica urinaria)

9 Aprile 2019

Andrologia

18 Maggio 2016

Servizi